Chi siamo

La Cooperativa San Marco pescatori di Burano, fondata nel lontano 1896, è oggi composta da circa 150 pescatori. Il settore consente un fatturato annuo attorno a 5 milioni di euro, la possibilità di gestire al Mercato Ittico di Venezia due postazione per la vendita all’ingrosso dei prodotti lagunari e del Nord Adriatico, la gestione di oltre 300 ettari di sub-concessioni per la venericoltura e la possibilità di offrire servizi vari, quali ghiacciatura, conservazione ed insacchettamento del prodotto pescato dai soci.

Le principali attività di pesca svolte dai soci sono nelle acque lagunari l’allevamento-pesca di vongole veraci, praticato da un centinaio di pescatori, la pesca tradizionale con le tresse con i cogolli svolto da una quarantina di seragianti e la pesca del pesce novello, nel periodo marzo-maggio, praticata da una ventina di pescatori. In mare aperto dieci motopesca si dedicano alla raccolta di molluschi bivalvi e sei imbarcazioni praticano la pesca a strascico.

Al fine di diversificare l’offerta, i servizi e coniugare la pesca locale con il turismo, la Cooperativa San Marco ha sviluppato, in collaborazione con la Regione Veneto, il Pescaturismo.

I luoghi di interesse visitati con gli itinerari pensati per il Pescaturismo di Burano interessano la parte Nord della laguna di Venezia, che essenzialmente si sviluppa attorno alle realtà secolari delle isole di Burano, Torcello, Mazzorbo e S. Erasmo.

Intervista a Luigi Vidal, Presidente Cooperativa San Marco Pescatori di Burano.
A cura dell’Assessorato al Turismo del Comune di Venezia.